EPITAFFIO

 

Esattamente venti anni fa, nei primi giorni pigri ed afosi di agosto 2001, veniva messo online questo sito: un corposo restyling da una proto versione risalente addirittura al 1999. Il secolo scorso.
La fortunata coincidenza con una nuova fase di grande attività dei Nostri tra tour, libri, nuovi dischi e un rinnovato e sempre più crescente interesse da parte del pubblico, ha fatto sì che il sito diventasse ben presto l'unico punto di riferimento in lingua italiana e la community, che gli si è creata velocemente intorno, il luogo di incontro per tutti i fan degli Who del belpaese. Una cosa banale a vederla oggi, per l'epoca una novità assoluta.
Qui si è discusso, ci si è informati, si sono scambiate esperienze, notizie, indiscrezioni, ricordi, emozioni, ci si è fatti compagnia, si sono organizzati raduni, si è maledetta la pioggia, i fulmini, il vento e le faringiti. Sono nate amicizie che arrivano fino ad oggi e forse anche amori. Chissà.
Venti anni sono tanti, ma forse lo erano già dieci, nel frattempo tutto è cambiato, la comunicazione e il modo di informarsi hanno intrapreso nuove strade, le modalità di interazione tra le persone anche, anzi, soprattutto. Per un sito progettato nel 2001, con i suoi rudimentali e poco ingaggianti strumenti interattivi, è dura competere con i nuovi media: è difficile mantenere i vecchi utenti, impossibile raggiungere i nuovi (anagraficamente nuovi, s’intende). E poi sì, non c’è da nasconderlo, anche chi lo gestiva ha perduto sia il tempo a disposizione per farlo che un po' di entusiasmo.
Arriviamo ad oggi dopo circa dieci anni di abbandono, in cui stancamente e meccanicamente si è rinnovato il dominio e lo spazio che lo ospita, tenuto in vita artificialmente attraverso un pagamento paypal annuale. E’ probabilmente giunto il momento di mettere un punto definitivo a questa entusiasmante ma ormai esaurita esperienza, la spina è virtualmente staccata; a scadenza naturale di contratto con il servizio di hosting, www.thewhoitalia.com cesserà di esistere, perché (a volte) è meglio morire prima di diventare vecchi.
Grazie a tutti coloro che hanno preso parte, a qualsiasi titolo, a questa avventura.

 

Il webmaster