Keith Moon

 

Keith Moon (Wembley 23 agosto 1947, Londra 7 settembre 1978), primogenito di Kathleen e Alfred Moon, è stato il batterista che nel corso della sua vita ha distrutto più batterie su cui qualsiasi altro batterista abbia avuto modo di suonare sopra,si ispirava al batterista dei Muppet Animal e con il suo carattere pazzo e giocoso conquistò tutti i membri del gruppo. La sua prima band fu i "Beachcomber", che suonavano il genere cosidetto "surf" sullo stile di Beach Boys, Keith amava questo genere, e questa passione continuò per tutta la sua breve carriera. La sua vita da sempre sregolata fu segnata da momenti di grande soddisfazione ad altri di pesanti crisi dovuti a questioni familiari a quelli finanziari,un tenore di vita troppo alto rispetto alle sue possibilità,a quelli di salute con l'assunzione di droghe e grossi quantitativi di alcool.Proprio dopo una grande bevuta e dopo l'ennesima discussione con la moglie Mandy,le puntò addosso una pistola carica,minacciandola;dopo questa vicenda lei scappò via terrificata abbandonandolo definitivamente. Divenne famoso per la poco invidiabile nomea di distruggere le camere d'albergo in cui soggiornava,infatti specialmente in USA fu bandito da molti famosi Hotel.Il suo unico lavoro solista sarà pubblicato nel 1975 con il nome di "Two sides of the Moon",parafrasando così la "Dark side of the moon" dei Pink Floyd;apparirà anche nei film "That'il be the day" e "Stardust".Quello che colpiva in Moon era il suo stile sicuramente innovativo ed originale per l'epoca,aveva una batteria composta da molti pezzi e fu tra i primi ad utilizzare la doppia cassa;nelle esibizioni dal vivo il charleston era del tutto assente e sostituito da un crash.Era un batterista molto veloce preciso e trascinante (anche se superficialmente poteva sembrare molto scomposto),con lui la batteria assumeva un ruolo primario all'interno del gruppo,non più quindi in funzione subordinata rispetto agli altri ruoli ed inventò un suo stile,del tutto personale,che vantò molti tentativi di imitazione,ma rimase sempre unico.Velocità e precisione che però cominciò  a perdere quando prese a fare uso costante di droghe,come possiamo notare negli ultimi album del gruppo.Nel settembre del 1978 a pochi giorni dal suo rientro dagli USA dove si era recato per curarsi dalla dipendenza da sostanze psicotrope e dall'alcool,Keith partecipò alla prima del "Buddy Holly story",in concomitanza con l'anniversario della nascita del rocker prematuramente scomparso.Quella sera con lui c'erano grandi personalità della musica quali Paul McCartney e sua moglie Linda,Kenney Jones,David Frost ed altri;Keith era stranamente tranquillo,una tranquillità a lui del tutto inusuale,a metà della serata abbandonò il suo impegno insieme alla sua nuova fidanzata Annette Walter-Lax.Tornato a casa ebbe una discussione con Annette,e sarebbero state le ultime parole pronunciate da Keith;durante la notte si svegliò più volte per assumere i farmaci che gli erano stati prescritti contro l'alcoolismo.La mattina dopo la casa era spaventosamente silenziosa,Annette fu la prima ad accorgersi della morte di Keith,morte dovuta ad un overdose di farmaci.Fu cremato al Golders Green Crematorium a Londra,e per sua precisa volontà le sue ceneri furono sparse in un campo.Keith lascerà un vuoto incolmabile all'interno degli Who,di cui era un membro essenziale...quella notte se ne andò uno dei più grandi batteristi ed una delle più grandi personalità che la storia del rock abbia mai conosciuto.

Galleria foto/biografica di Keith